giovedì 29 ottobre 2009

Plum cake mandorle e caffè

Lo so, vi starete stufando di tutti questi plum cake. Il fatto è che io li considero un toccasana mattutino. Cosa c’è di meglio per accompagnare il caffelatte?

 

Immagine

 

A dirla tutta questo è un esperimento mal riuscito :)

Ho preso la solita ricetta di base e ho deciso di renderla più leggera: al posto dei 150 g di burro per 200 di farina ho messo 50 g di burro e 100 g di yogurt intero.

Il caffè liofilizzato era troppo poco perché mi avanzava una sola bustina, mentre credo che siano necessari almeno tre cucchiaini colmi…

Insomma… buonino lo è, anche se un po’ gommosetto rispetto all’altro. Ma è normale considerato che mancano sia il burro che il cioccolato… Certo è che la fragranza di quello lì era tutt’altra cosa :)

Mettiamola così, se siamo a dieta e abbiamo necessità di preparare un dolce questo si può anche fare. Ma non aspettiamoci che stupisca per la sua bontà.

L’accostamento caffè-mandorle a me sembrava perfetto, quindi ritenterò di sicuro.

Le dosi (corrette) per uno stampo da plum cake 24x10:

  • 200 g di farina 00;
  • 3 uova;
  • 170 g di zucchero;
  • 150 g di burro;
  • mezza bustina di lievito;
  • 100 g di mandorle tritate;
  • tre cucchiaini colmi di caffè liofilizzato;

Montate le uova con zucchero fino a che il composto non diventa spumoso. Aggiungete poco a poco il burro fuso, la farina (cui avrete precedentemente mescolato il lievito), le mandorle e il caffè sciolto in pochissima acqua calda.

Versate nello stampo e cuocete a 180°C per circa 50 minuti. La torta è pronta quando infilando uno stecchino all’interno questo ne esce asciutto e pulito.

Questo raccontare dei miei errori e suggerire dei rimedi mi ricorda tanto Julia Child.

Ho visto il film ieri sera e, contrariamente all’opinione generale, mi è piaciuto. Mi sono davvero divertita.

Non dico nulla perché non voglio rovinarvi la sorpresa, ma vi consiglio di andare a vederlo. La scena imperdibile è sicuramente quella delle cipolle…

Nessun commento: