venerdì 1 luglio 2011

Arrosto di vitello con salsa al Marsala e tandoori masala

 

_MG_0255a

Ultima puntata per quanto riguarda la giornata di fuoco nella mia cucina (domenica). Ma solo perché ho dimenticato di fotografare i peperoni arrosto…

Di nuovo una cottura a bassa temperatura, perché, non mi stancherò mai di ripeterlo, permette anche ai negati come me di avere degli arrosti squisiti.

Ho voluto sperimentare una salsa un po’ particolare, un azzardo oserei dire, visto che ho abbinato al Marsala delle spezie indiane… ma il risultato è stato strepitoso.

Qualcuno avrà forse notato che nonostante il tandoori masala la salsa non è rossa. Spiegazione molto semplice, gli indiani usano per le preparazioni tandoori un colorante alimentare rosso, che io chiaramente non ho aggiunto.

Ricetta per 4 persone:

  • un pezzo di punta d’anca di vitello di circa 700-800 g;
  • una confezione di panna fresca (250 ml);
  • un paio di cucchiaini di tandoori masala;
  • mezzo bicchierino da whisky di Marsala;

Private il pezzo (o fatelo fare al macellaio) delle parti grasse (dovrebbero essercene ben poche) e legatelo (o fatelo legare).

Accendete il forno a 80°C (75 sarebbe l’ideale, ma il mio non scende sotto quella temperatura) e ponete a riscaldare la pirofila in cui farete cuocere l’arrosto.

Rosolate la carne in una padella con un paio di cucchiai di ottimo olio evo 3-4 minuti per parte (compresi i lati) e poi mettetela nella pirofila già calda. Lasciate cuocere per almeno tre ore.

Se volete preparare la salsa in anticipo e poi scaldarla (perché deve essere bollente) mescolate la panna con le spezie in un pentolino e fate addensare. Aggiungete il Marsala ed eventualmente regolate di sale. Le spezie in realtà sono già parecchio saporite, e due cucchiaini dovrebbero far sì che non ci sia più bisogno di salare ulteriormente.

Dovrete cercare di regolarvi in modo da sfornare la carne solo al momento di portarla in tavola, perché si raffredda molto facilmente. Tenete presente che 20-30 minuti in più su un pezzo così grande non sono nulla… E’ questo il bello della cottura a bassa temperatura!

7 commenti:

dede ha detto...

Tandoori MaRsala, geniale!!!

Giorgia ha detto...

mitica dede! pensavo di metterlo come titolo al post ma poi mi sembrava troppo :)

pips ha detto...

molto interessante questa ricetta: la carne non la mangio molto volentieri ma sono sicura che con questa particolare salsina meriti davvero!

Giorgia ha detto...

grazie pips! anch'io non sono una fan sfegatata della carne, e devo dire che questo è uno dei pochi modi in cui la mangio...

nerodiseppiablog ha detto...

Ottimo e correttissimo appunto, quello in merito al colore rosso della salsa tandoori. Tra le prossime ricette posterò proprio quella del pollo tandoori, ricevuta da una carissima amica di Kerala. Stay tuned! :)

Pippi ha detto...

utilizzo anche io spezie indiane,mi sono iscritta se ti va passa da me ed iscriviti..

Giorgia ha detto...

@nerodiseppia, @pippi: benvenute!