domenica 17 aprile 2011

Tracce di primavera

Ammetto che ogni volta che pubblico un post mi viene un po’ di malinconia… sì, perché vado a leggere la data del precedente e scopro sempre che sono passati mesi… purtroppo il lavoro mi impegna molto e posso cucinare solo la sera tardi. Però poi chi ha voglia di fotografare a quell’ora? O meglio, come fare ad avere delle foto decenti con le luci artificiali??? Io certamente no, purtroppo.

Ma tant’è, adesso siamo qui e ci godiamo la ricetta: trattasi di zucchine ripiene nouvelle façon. Un esperimento riuscito abbastanza bene, direi… anche se la prossima volta mi preoccuperò di apportare alcune piccole modifiche.

Sono le prime zucchine tonde che compro quest’anno. Le ho viste sul banco del mercato, bellissime, e non ho resistito. Questo capitava ai primi di aprile, ieri finalmente le ho cucinate. Strano a dirsi ma erano ancora buone.

Avevo voglia di qualcosa di orientaleggiante, e il cumino mi sembrava l’ideale. Per rendere più saporito il ripieno però ho aggiunto anche del parmigiano e della toma. Un azzardo che si è rivelato poi una scelta vincente.

Zucc

Per 4 zucchine:

- un paio d’etti di tritata di manzo da mangiar cruda;

- un cipollotto;

- tre pugni di riso thai (o basmati);

- cumino;

- parmigiano;

- toma di Biella;

Come al solito sono andata un po’ ad occhio…

Lessate il riso in acqua salata e scolatelo al dente.

Cuocete le zucchine intere al vapore, “al dente” anche queste. Evitate, se potete, la bollitura: non avevo un cestello abbastanza capiente e le ho dovute bollire, ma rimangono troppo acquose. La cottura serve solo a svuotarle più facilmente.

Nel frattempo fate saltare la carne tritata in una padella con aglio e cipollotto. Salate, aggiungete abbondante (almeno per me) cumino e il riso.

Quando le zucchine saranno pronte tagliate la calotta superiore (non troppo) e svuotatele. Rovesciatele a testa in giù su una griglia e lasciatele sgocciolare per bene.

Tritate la polpa delle zucchine e aggiungetela al riso e alla carne. Lasciate cuocere per un po’ in modo che il ripieno si asciughi per benino e aggiungete, solo quando avrete già spento il fuoco, parmigiano e toma (a occhio, per dare un’idea diciamo che io ho tagliato sei pezzi grossi come un panetto di lievito di birra che poi ho ulteriormente spezzettato, ma dovete assaggiare il ripieno).

Farcite a questo punto le zucchine (io prima di farlo le ho salate leggermente all’interno) con il ripieno che avrete già regolato di sale e infornate a 200°C per una ventina di minuti.

 

La prossima volta vorrei provare a sostituire il manzo con l’agnello e la toma (che era molto delicata) con un formaggio un po’ più saporito, magari sempre una toma ma un po’ più stagionata. Tra l’altro ero parecchio dubbiosa sull’accostamento cumino-formaggio ma mi sono dovuta ricredere alla grande.

Visto che sono sicura che non ripasserò di qui a breve… Buona Pasqua a tutti! Io ho nel mobile dell’ottima cioccolata Felchlin che occhieggia ma non avrò il tempo di preparare le uova, sigh…